Il nostro modo di stare dalla parte delle donne…

Il nostro modo di stare dalla parte delle donne…

Il Pane Quotidiano è particolarmente sensibile ai problemi che riguardano il mondo femminile.

La povertà colpisce in maniera particolarmente dura proprio l’universo femminile: le donne sono le prime a perdere il lavoro durante i periodi di crisi economica, e sono loro, ancora oggi, quelle sulle quali inevitabilmente grava in maniera largamente prevalente, se non esclusiva, l’onere dell’accrescimento e dell’educazione dei figli.

Per questo motivo, nell’ambito delle sue azioni di contrasto alla povertà, il Pane Quotidiano Firenze privilegia il sostegno a quei nuclei familiari nei quali la presenza femminile è essenziale per la cura ed il sostentamento dei minori.

In concreto, alcuni numeri aiutano a comprendere meglio il senso di questa scelta: durante lo scorso anno le famiglie con minori a carico, assistite dal Pane Quotidiano, sono state 351. Queste famiglie comprendevano 391 bambini di età compresa fra 1 e 10 anni e 274 di età compresa fra 11 e 18 anni: in totale 665 minori, affidati quasi esclusivamente alle cure delle loro mamme.

Il 21% dei nuclei familiari assistiti durante il 2020 dal Pane Quotidiano erano rappresentati da famiglie monogenitoriali, vale a dire, in concreto, 75 donne sole con bimbi.

L’aiuto che il Pane Quotidiano è in grado di offrire non è molto: buoni spesa e pagamento delle utenze domestiche essenziali non coprono certo per intero le esigenze basilari di queste famiglie, ma rappresentano pur sempre un contributo di solidarietà importante.

Anche per questo motivo, festeggiare l’8 Marzo con una donazione al Pane Quotidiano Firenze è un modo concreto per testimoniare la propria attenzione al mondo femminile!