Il Pane Quotidiano Con Le Donne Ucraine Che Fuggono Dalla Guerra…

Carissimi,

I drammatici avvenimenti di questi giorni ci lasciano senza parole.

Tuttavia, le parole vanno trovate, per indirizzare a tutti voi un appello a sostenere la nostra Associazione in questo gravissimo momento.

Il Pane Quotidiano di Firenze è accanto alla popolazione ucraina con convinta partecipazione, e ne sostiene i bisogni.

Abbiamo, perciò, dato la nostra disponibilità all’Assessorato al Welfare del Comune di Firenze, al fine di dare un contributo concreto alle numerose famiglie, alle donne ed ai tanti bambini, che stanno arrivando nella nostra città in fuga dalla guerra.

Anche stavolta faremo la nostra parte, sostenendo in modo particolare le mamme ed i bimbi che cercheranno rifugio e accoglienza nella nostra generosa città.

Il nostro invito alla solidarietà corre anche sui principali canali social e siamo certi che troverà la giusta accoglienza e uno spazio di ascolto da parte di tutti i cittadini cui si rivolge. Ricordatevi che ogni donazione, anche la più piccola, può essere decisiva, perché ci consentirà di acquistare pacchi alimentari e prodotti di prima necessità, da destinare a queste sfortunate persone.

In momenti come questi tutti i Soci devono farsi sentire nel sostenere con determinazione e convinzione l’iniziativa della Associazione. Sono certo che anche in questa circostanza il sostegno non mancherà, a riprova di quello spirito di generosità disinteressata che caratterizza da sempre la nostra azione.

Rivolgo, perciò, a tutti i Soci un pressante ed accorato appello, perché sostengano con decisione e convinzione l’azione della Associazione Pane Quotidiano Firenze.

In questo momento buio, anche solo il rinnovo dell’iscrizione all’Associazione riveste un significato particolarmente importante: ogni euro che ci arriva, come sapete bene, si trasforma in aiuti concreti per le persone che assistiamo.

Sono sicuro che anche in questa circostanza non farete mancare il vostro sostegno.

Strumenti come Facebook e Instagram sono “leve strategiche” straordinarie: usiamoli con intelligenza e spirito di servizio, affinché la nostra iniziativa possa raggiungere il maggior numero possibile di persone. Il bene deve essere praticato, ma anche raccontato, perché possa incidere sul cambiamento del tessuto profondo della realtà che ci circonda.

Visitate, dunque, le nostre pagine Facebook e Instagram e diffondete anche con questi strumenti, fra i vostri contatti, i nostri appelli alla solidarietà, in maniera che questi raggiungano il maggior numero possibile di persone, e fatevi personalmente portavoce dei nostri inviti alla solidarietà.

Si avvicina l’appuntamento dell’8 marzo, e la “donna” sarà giustamente al centro di tante manifestazioni; il nostro pensiero va alle mamme, alle bambine e ai bambini ucraini, specie a quelli sofferenti, trascinati in un “inferno” che certo non meritavano.

Sento il dovere di ringraziarvi per tutto quello che farete, anche e soprattutto a nome di quelle famiglie che stanno arrivando fin davanti alla porta di casa nostra.

Firenze è conosciuta nel pianeta non solo per le sue inestimabili bellezze, ma anche come epicentro della solidarietà e cuore pulsante dell’umanesimo. Aiuto, sostegno, condivisione, qui non devono non possono mancare, faremmo un torto alla storia se succedesse, ma anche a noi stessi, un torto che la nostra coscienza di uomini liberi non riuscirebbe a sopportare. 

Alberto Pagani

Presidente dell’Associazione Pane Quotidiano Firenze ODV