ANCHE Il MONDO MUSICALE SI PONE IN ASCOLTO DELLA VOCE DEGLI ULTIMI …

Il linguaggio universale della musica, se utilizzato al servizio di un grande progetto di solidarietà, può rendere le persone più attente nell’ascolto della voce di chi versa nel bisogno, e scalfire così il muro dell’indifferenza, aprendovi un varco attraverso il quale sia possibile percepire il richiamo degli ultimi, voce che sollecita la nostra coscienza di uomini liberi e di cittadini responsabili.

Lo scorso 14 ottobre, in occasione di un applauditissimo concerto di beneficienza, andato in scena nel Teatro Puccini del capoluogo fiorentino, gli organizzatori del Pink Floyd Fans Club della Toscana hanno comunicato ufficialmente il nome della associazione alla quale verrà devoluto il ricavato del prossimo “Pink Floyd Day” in programma nell’autunno del prossimo anno: si tratta proprio dell’Associazione Pane Quotidiano di Firenze.

Stefano Paci, Presidente del Pink Floyd Fans Club Toscana, ha annunciato, infatti, la volontà di collaborare con la storica associazione fiorentina che, come è noto, svolge la sua opera di volontariato a favore dei ceti più fragili fin dalla fine dell’Ottocento. Grazie alle generose donazioni di soci e benefattori, l’Associazione ha potuto dare continuità fino ad oggi alle proprie iniziative di contrasto alla povertà, e di sostegno alla parte più fragile della popolazione fiorentina: il Pink Floyd Fans Club Toscana entra così da oggi a far parte di quella rete di realtà toscane particolarmente sensibili al problema dell’indigenza grave e dell’esclusione sociale per cause economiche.

Breathe Floyd, la band selezionata dagli organizzatori per l’evento tributo musicale del 2023, conferirà una suggestione particolare a un momento che gli organizzatori desiderano resti impresso nella mente e nel cuore di tutti gli spettatori. La band porterà in scena i brani contenuti nell’album “cult” The Dark Side of the Moon, l’album che ha rappresentato un’autentica svolta nella carriera dei Pink Floyd. I brani dell’album, che saranno eseguiti in un concerto che si prospetta intenso e commovente, permetteranno di riannodare il filo della memoria di una stagione irripetibile, non solo sotto il profilo musicale. Oltre 45 milioni di copie vendute, per un album rimasto nelle classifiche di vendita americane – dall’uscita nel 1973 al 1988 – per 741 settimane, sono numeri che parlano da soli. 

 “Questa iniziativa – ha spiegato il socio benemerito e membro del Consiglio Direttivo dell’Associazione Pane Quotidiano Firenze, Francesco Rotiroti – conferma l’alto tenore degli eventi e il valore delle collaborazioni che da sempre stiamo portando avanti. Il volontariato di qualità oggi può crescere solo creando solide reti di collaborazione e di partnership tra enti del terzo settore, istituzioni pubbliche e private, ed imprese. Dobbiamo essere capaci di far convergere diversi linguaggi ed esperienze. La musica unisce, ed è lo strumento che permette il perpetuarsi del miracolo che si compie nel passaggio dalla “babele” confusa delle contraddizioni del tempo che viviamo, alla magica armonia di chi, avendo un unico obiettivo, riesce ad articolare l’unica lingua che non ha bisogno di traduzioni per essere compresa in ogni angolo del pianeta: la lingua parlata dal cuore, che corre per istinto verso il bisogno, nelle fenomenologie più varie che questo assume nella contemporaneità”. 

Ha fatto eco alle parole di Rotiroti il Presidente dell’Associazione Pane Quotidiano di Firenze, Prof. Luigi Maria Pernice, che ha rivolto un sentito ringraziamento agli organizzatori del Pink Floyd Fans Club Toscana. “Un aiuto certamente molto importante ci arriverà grazie a questa iniziativa straordinaria di solidarietà. Essa ci consentirà di rafforzare le azioni che avevamo in agenda per il prossimo anno, nell’ambito dei nostri programmi di contrasto alla povertà alimentare. Tutto il pubblico che ha partecipato al Pink Floyd day ha, di fatto, dato una risposta concreta all’appello alla solidarietà con i meno fortunati, che è l’ideale che muove Pane Quotidiano fin dalla sua fondazione”. 

In platea, oltre a numerosi rappresentanti delle istituzioni, il Vicepresidente dell’Associazione Pane Quotidiano Danilo Raveggi ed i consiglieri Sandro Santi e Stefano Corti, che hanno sottolineato la valenza strategica della creazione di solide partnership tra associazioni del terzo settore, imprese e istituzioni pubbliche, che saranno certamente il motore di futuri momenti di impegno dell’Associazione Pane Quotidiano Firenze.